Nourrir la ville de la Forêt

Tesis, 2015
Correlatore : François Vadepied
Ecole Nationale Supérieure du Paysage Creil (60) Francia

Il progetto della mia tesi risponde al seguente quesito: come una città costruita nei pressi di una foresta, può trarre vantaggi sociali, ecologici e sopratutto economici dalla foresta circostante ?
In passato, la foresta è stata sempre fuori dalla città, fuori dalla civilizzazione. oggi è riconosciuta per il suo valore ecologico. La foresta è amata da tutti. Per questo è protetta dello stato, e ancora più dalla grande parte delle persone.

La foresta Halatte a Creil è al nord di Parigi. E’ visitata dalle persone della metro- poli parigina. Creil è una città che ha subito una processo d’urbanizzazione molto veloce. Nei pressi si trova la grande foresta di Halatte (6000ha).Tuttavia la città si è sviluppata lontana da essa. In Halatte è coltivato principalmente il Fagus, il paesaggio diventa lentamente sempre più industriale e monospeci co.

Il progetto proporrà diverse strade attraverso diverse scale per creare i legami fra la città e la foresta e di arricchire uno con l’altro.

ZAP, Zone Agricole en projets

Il consiglio generale regionale ha domandato una studio sul paesaggio della pianura di Caramy, nel sud della Francia. Questa pianura è sempre meno coltivata, perché i proprietari abbandonano o aspettano di vendere il loro terreno. La soluzione è di proteggere la pianura attraverso dei documenti urbanistici « ZAP : Zone Agricole Protégée » e di mostrarla più sostenibile grazie ad un’agricoltura sviluppata. La «Zona Agricola Protetta » è lo strumento, il progetto è il disegno del futuro. I grandi punti del progetto sono :

– i confini delle tre città che si dividono la pianura,
– dare più di spazio al ume e alla sua vegetazione,
– la ripartizione delle colture per produrre diversi frutti e legumi che riforniranno le mensa di scuole vicino.
Il progetto « ZAP » è ancora in corso di lavoro. Noi abbiamo collaborato per avviarlo in particolare abbiamo scritto un dossier con la diagnostica, designato il «piano guida» e organizzato gli incontri con gli attori. Tali documenti danno la dire- zione di quello che le autorità hanno concordato per far nascere il progetto.

Il giardino delle montagne

Progettazione di un giardino sulla montagna – Giardino privato

Morcote, Ticino, (Svizzera)
Collaborazione con Officina del Paesaggio
2016

“Zaino Paesaggio” – Parc des Calanques

 

Progetazzione e realizzazione degli strumenti di mediazione per giovane publico
Parc National des Calanques (Francia).
Collaborazione con Atelier Bleu du Cap de l’Aigle (CPIE Côte Provençale) Parc National des Calanques, DREAL, Ville de Marseille.

Un bosco per Roma

Allestimento temporaneo per l’ingresso del festival del Verde e del Paesaggio – Roma Creazione di un bosco planiziale con 150 alberi grandi.

Auditorium Parco della Musica (Rome, Italie) Collaboratzione con PAN Associati
Maggio 2017